L’Arca sta per salpare. Ripopoliamo il PD nel segno dell’Ulivo.

archetta

Forse è la mia terra, la Puglia, che ha reso questo simbolo indelebile nella mia memoria, sarà il suo odore, sarà il suo aspetto imponente ma al tempo stesso rassicurante. Senza annoiarvi, io ho nel cuore l’Ulivo. Ero un bambino quando il simbolo, il rametto, veniva utilizzato come icona del Centro-Sinistra italiano. Si narra che una colomba trasportò tra le sue zampette un ramoscello di ulivo per portarlo in dono a Noè avvertendolo della fine del diluvio universale. L’ulivo guidato da Prodi, precursore del Partito Democratico, allora era un simbolo di speranza, la stessa speranza portata in dona dalla colomba, la speranza di voltare pagina, di poter creare un governo stabile unendo le forze riformiste del Centro-Sinistra italiano. Oggi governiamo con il centro-destra quindi è inutile che vi spieghi com’è andata a finire, molto male purtroppo. Ma lo “Spirito di Sopravvivenza” è una dote innata nella base Democratica. Il Diluvio di questi mesi piombato addosso alla popolazione dei Democratici sta facendo nascere la voglia di ripopolare la specie del centro-sinistra. Morire sotto la pioggia incessante del Governissimo o ricostruire un Partito? La Base del PD non ha dubbi. La voglia di ripartire è fortissima. Il progetto di’”Arca” che abbiamo in mente è stato delineato in modo eccellente da Civati nell’intervista di oggi all’Unità. Un’arca che porterà a bordo specie ,ahinoi, in via d’estinzione come Barca e Rodotà e forze fresche come i giovani di Occupy PD, lo stesso candidato Segretario Civati e tante altre intelligenze frizzanti pronte a rimboccarsi le maniche per portare a termine il salvataggio e la ricostruzione. Poi c’è un nome, un nome senza cui sarà difficile salpare, un nome che per anni è stato sinonimo di Ulivo. Mi riferisco a Romano Prodi. Senza il Professore la nuova specie sarà priva di un maestro di buon Governo, un maestro di sobrietà e impegno. La sua presenza nell’Arca è fondamentale per ricostruire un Centro-Sinistra migliore. Sono sempre stato contrario alla Rottamazione. Ciò che ho sempre avuto in mente è un sano e naturale Patto Generazionale. Esperienza ed entusiasmo uniti verso una sola direzione. Siamo pronti a levare l’ancora, siamo diretti verso il Congresso dove più che un Candidato Segretario esprimeremo dei temi e dei progetti per rendere il futuro dell’Italia e del Partito luminoso e rassicurante come l’albero d’Ulivo. Nella nostra Arca si ricomincerà a parlare di Lavoro, di Diritti e Beni Pubblici, di Mondo Operaio, di Partite Iva, di Scuola e Giovani temi ignorati dall’attuale classe dirigente. Partiamo insieme, la direzione è comune, il sogno anche. Un’ Arca per salvare i superstiti Democratici. Alla fine della nostra avventura, arrivati a destinazione, forse anche da noi giungerà una colomba con il simbolo dell’Ulivo. E da quel ramoscello, come diceva oggi Civati, potremo cominciare a ripopolare il Partito, facendo rivivere la tradizione dell’Ulivo, quello politico, con parole nuove.

Annunci

0 Comments

Add yours →

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: