La Politica Abusiva

1996. Elio sbanca al Festival di Sanremo con una canzone che lascia il segno.
Stamattina leggendo i giornali non ho potuto non pensare all’inizio, alle prime parole di questa canzone, un costante ripetersi di cose “abusive”.
Ho ripensato al palco abusivo della manifestazione di ieri, agli applausi di conseguenza abusivi, alla critica della magistratura ontologicamente abusiva.
La Terra dei Cachi ha più o meno la stessa età, oggi, dell’esperienza politica di Berlusconi. Abuso deriva dal latino “ab-uti”: eccesso nell’uso.
Sono 20 anni che assistiamo ad un eccesso nell’utilizzo della cosa pubblica, un utilizzo personale, mai utile all’Italia.
Il palco di ieri è il simbolo di una Politica nata abusando dei mezzi di comunicazione e finita, forse, abusando del suolo pubblico.
La mattinata comincia con “tanta voglia di ricominciare abusiva” anche lei, come recita la canzone. La voglia di ricominciare in questo periodo è molto molto abusiva, cioè eccessiva, a volte quasi fuori luogo, ma come gli operai ieri hanno con facilità sradicato la segnaletica stradale per far posto al palco, io voglio sradicare i cattivi pensieri e la disillusione e provare a immaginare un cambiamento che da abusivo diventerà normale. Si spera.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: