Boeri parla chiaro. Giù le tasse sul lavoro e “Salario Minimo”

“3 milioni di Disoccupati colpa della Recessione, ma anche la Riforma Fornero non c’è stata d’aiuto. I Giovani hanno una probabilità di non trovare lavoro di 4 volte superiore alle altre fasce d’età (Disagio giovanile). I comuni con più giovani sono quelli che hanno dato più voti a Grillo.
La cosa più importante da fare subito per rilanciare l’economia è ABBASSARE LE TASSE SUL LAVORO, ma le risorse sono limitate. Oggi la priorità deve essere il lavoro non l’Imu. L’Italia è una Repubblica fondata sul lavoro”

Interessantissima è l’idea del “Salario-Minimo” (non quella demagogica alla Grillo, aggiungo io) ma un’idea concretamente fattibile, rivolta alla parte della popolazione (2 milioni) che guadagna meno di 5 euro all’ora. Il salario minimo si impone alle aziende, che devono pagare almeno 4 euro all’ora, e l’altro euro, per arrivare a 5 euro, lo mette lo Stato. Questa operazione, come dice Boeri, facilita l’emersione, ha costi contenuti, è un’operazione già fatta in Germania. E’ un’operazione inoltre che crea Domanda, perchè quella fascia di persone consuma più delle altre persone, sarebbe un grande impulso alla nostra economia.

Firma qui la petizione creata da Civati, condivisa dallo stesso Boeri. Siamo già 3000 persone. Manchi solo tu. Facciamo un piccolo passo verso il cambiamento

http://www.change.org/it/petizioni/governo-italiano-abbassate-le-imposte-sui-redditi-da-lavoro-subito

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: