Le cose andranno meglio

Caro Angelino Alfano,

le parole di Obama sono le migliori per rispondere alla tua arretratezza e alla tua idea anacronistica di “famiglia”. “Se il pd propone i matrimoni Gay ce ne andiamo” hai sentenziato ieri e hai aggiunto:”e lo denunciamo subito all’opinione pubblica

Ecco a quella stessa opinione pubblica io voglio denunciare te. Non scambiate Alfano e il suo Vecchissimo Centro Destra per garante della Famiglia, della vostra famiglia. Quelle parole sono esclusivamente garanti dell’odio e della disuguaglianza, incarnando gli ostacoli che la Costituzione, all’art.3, ci supplica di rimuovere. La politica, anche soltanto con atteggiamenti di apertura, può salvare vite umane, quelle vite di chi sopravvive invece di vivere, nascosto e terrorizzato dal giudizio di una società aizzata dalla gente come Alfano.

“Il confine non è il luogo dove il mondo finisce, ma dove la partita con l’altro diventa difficile e vera”, scrive Franco Cassano nel suo illuminante “Pensiero Meridiano”. Ecco, non fatevi tirare giù nella botola della paura del diverso da questa politica retrograda. Guardate invece alle vostre conoscenze, alla vostra bontà, alla vostra comprensione, alla vostra voglia di felicità, ecco lì troverete la forza per respingere la paura del confronto e aprirvi ad un concetto di felicità unico, senza distinzioni. Una concetto di famiglia più ampio non limita i diritti delle vostre famiglie, semplicemente amplia il concetto di amore.

Caro Alfano l’integrazione piena è come l’edera, ha bisogno di un muro per crescere. Ecco noi saremo l’edera, ci arrampicheremo sul tuo odio e prima o poi butteremo completamente giù quel muro. Ecco, adesso siediti e ascolta il discorso di Obama, Presidente di quell’America che tanto ami e che oggi finalmente è tanto, tanto lontana da te e dal tuo pensiero.

Ecco la traduzione:

OGNI GIORNO VA MEGLIO

“Come tutti voi, mi ha colpito e  rattristato  sapere della morte di tanti giovani che sono stati oggetto di atti di bullismo e di insulti per  essere gay e che dunque alla fine  si sono uccisi.
Come padre di due figlie, ciò mi spezza il cuore. Si tratta di qualcosa che non dovrebbe proprio succedere in questo paese.
Dobbiamo smontare il mito secondo il quale il bullismo è solo un normale rito di passaggio, cioè un momento inevitabile della crescita. Non è così. Noi abbiamo l’obbligo di garantire che le nostra scuola sia un luogo sicuro per tutti i nostri figli. E ogni giovane deve sapere che se si trova in difficoltà, ci sono adulti che si prendono cura di lui e possono dargli un aiuto.
Non so cosa voglia dire essere maltrattato per essere gay. Ma so cosa vuol dire crescere sentendo che qualche volta tu non fai parte di. E’ dura. E per tanti ragazzi la sensazione di essere solo, o escluso, so che può provocare disagio. E quando vi prendono in giro o vi fanno atti di bullismo, vi può sembrare che in qualche modo ve la siete cercata perché siete diversi e non siete paragonabili a nessun altro.
Ma ciò che voglio dire è questo. Non siete soli. Non avete fatto nulla di male. Non avete fatto niente per meritarvi quegli atti di bullismo. E c’è un mondo intero che vi aspetta, pieno di possibilità. Ci sono persone là fuori che vi vogliono bene e si curano di voi proprio per come voi siete. Così, se mai starete male per il bullismo, per quello che vi dice la gente e ve la prenderete con voi stessi, dovete assicurarvi di rivolgervi a persone di cui vi fidate. Possono essere i vostri genitori, i vostri insegnanti,  persone che vi vogliono bene per come voi siete. Dovete rivolgervi a loro e non  pensare di essere soli davanti a tutto.
L’altra cosa  che dovete sapere è questa : le cose andranno meglio. E ancora di più, col tempo vedrete che la vostra diversità sarà  motivo di orgoglio e punto di forza. Considererete con compassione e saggezza le lotte che avete dovuto affrontare. E questo non sarà utile solo a voi, ma vi aiuterà a sentirvi coinvolti nel fare di questo paese  un posto migliore.
Questo significherà che voi sarete più pronti a combattere la discriminazione, e non solo la discriminazione verso gli americani della comunità LGBT, ma la discriminazione in tutte le sue forme. Significherà che voi sarete più vicini a capire personalmente e profondamente perché è così importante che come adulti noi diamo l’esempio con la nostra vita e trattiamo ciascuno con rispetto. Che siamo in grado di vedere il mondo attraverso gli occhi degli altri, metterci nei loro panni e non perdere mai di vista ciò che ci lega.
La nostra nazione si fonda sulla convinzione che tutti noi siamo uguali e ognuno di noi merita la libertà di ricercare la propria versione di felicità; di sfruttare al massimo il proprio talento; di esprimere  il proprio parere; di  essere in disaccordo; e, più di tutto, di essere sincero con se stesso. Questa è la libertà che arricchisce ognuno di noi. Questo è ciò che è l’America.
E ogni giorno, va sempre meglio.

Annunci

3 Comments

Add yours →

  1. Rispetto i Gay e non ho nulla contro di loro…..ma, in questo periodo e per chissà quanto altro tempo ancora, i problemi di questo Paese sono altri e più urgenti

    • Non c’è niente di più importante dell’uguaglianza

    • Caro Aurelio… Non si tratta in questi casi di stabilire un’agenda politica.
      Non posso ora elencare le innumerevoli verissime e reali perdite di tempo.
      Dalle discussioni sulle nipoti di Mubarak, ai D.L. Omnibus farciti di cazzate clientelari e via discorrendo…
      Ad ogni dichiarazione come quella di Alfano, o di chiunque sia, bisogna rispondere “con un post”, con un urlo di civiltà, con delle parole semplici e rilassate come quelle di Antonio. E’ ora che (anche) in Italia si parli con parole di verità e di “coraggio” sui diritti civili e di cittadinanza. E se serve ancora parlare di “coraggio” per riconoscere uguaglianza di diritti… Siamo GIA’ in ritardo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: