Caro Scanzi …

Andrea Scanzi come al solito non perde un attimo per dimostrarsi “cecchino” 5stelle , colpendo inspiegabilmente gli unici che fanno vera opposizione interna a Renzi, su temi e contenuti, solo perchè spesso vicini ad alcuni 5stelle in crisi esistenziale per i metodi e i modi del Movimento.

(qui il suo articolo http://www.ilfattoquotidiano.it/2014/11/09/minoranza-pd-la-brigata-don-abbondio-dei-civati-mineo-e-ricchiuti/1201042/)

Qui nessuno “si costerna, si indigna, si impegna, poi getta la spugna con gran dignità” caro Scanzi.

Qui la questione è che tutti noi nel 2007 abbiamo aderito ad un progetto, il PD, che doveva essere, e per alcuni aspetti lo è stato, il primo passo verso il bipolarismo. All’interno di un Partito del 40,8% la minoranza è vitale perchè tiene viva la dialettica, tiene viva l’aderenza a principi natii, secondo molti di noi molto spesso dimenticati.
L’alternanza della leadership è ontologica in un Partito maggioritario, che punta a diventare unica guida dell’intero centro-sinistra italiano.

Ci sono diverse modalità per esternare il proprio dissenso verso il Governo e i suoi provvedimenti. Molti di noi lo fanno ogni giorno, pur non potendo votare in Parlamento, e senza assomigliare neanche per un attimo a Don Abbondio.

Ci sono momenti in cui il dissenso si può esprimere tramite un voto in Parlamento, la sfiducia ad Alfano da parte di Civati ad esempio o il suo voto contrario allo “Sblocca-Italia”, e dei momenti in cui non si può, perchè una minoranza ragionevole non può permettersi di far cadere un Governo voluto indirettamente dal 70% dei nostri elettori.

Questo non significa essere estranei in Patria. Significa che a differenza di tanti Partiti italiani o Movimenti, cerchiamo di rendere variegata la nostra collocazione politica per poter abbracciare tutta l’area riformista e di centro-sinistra di questo Paese.

La minoranza PD è l’unico argine al pensiero unico renziano e le assicuro caro Scanzi che in questi mesi, se l’obiettivo era “rallentare” il “decisionismo” renziano, la minoranza PD c’è riuscita molto meglio dell’opposizione esterna.

Noi proviamo a coltivare il “pluralismo” all’interno di questo 40,8%.
E’ difficile, ma non è assolutamente inutile.

Più che Don Abbondio, siamo un ramo del PD che volge a sinistra tra una catena ininterrotta di Renziani.

Annunci

4 Comments

Add yours →

  1. Nel frattempo che vi sforzate così tanto da non ottenere praticamente nulla, per fortuna, perdete consensi, voti e credibilità. Il PD ha delle responsabilità grandissime dal punto di vista politico e ideologico, da cui nessuno potrà sollevarlo e questo consolida in me la speranza che prima o poi (speriamo presto) l’elettorato vi prenda a calci nel sedere. Metaforicamente parlando, s’intende!

  2. Mi permetta di dissentire su alcuni punti:
    1) Il “progetto” PD del 2007 non era questo. In atto, convergere su Forza Italia sarebbe più coerente e non mi pare che la “perfetta sintonia” con Berlusconi fosse il cavallo di battaglia del progetto 2007.
    2) Parlare di “progetto 2007” e di decisionismo renziano è un ossimoro. Il decisionismo renziano esiste perché, alla fine, siete voi a consentire che venga esercitato. E i voti “obtorto collo e col naso tappato” ne sono testimonianza. Se davvero l’imposizione fascista del voto sotto ricatto vi avesse dato fastidio, avreste agito di conseguenza
    3) Considerato che non potete non sapere anche voi questa semplice verità, il passaggio
    “Questo non significa essere estranei in Patria. Significa che a differenza di tanti Partiti italiani o Movimenti, cerchiamo di rendere variegata la nostra collocazione politica per poter abbracciare tutta l’area riformista e di centro-sinistra di questo Paese.”
    va letto per quello che è: siete li a impedire che l’area riformista e di centro-sinistra di questo Paese sfugga (elettoralmente parlando) alla politica di estrema destra liberista della quale siete artefici con gli altri.
    Il mio dissenso su tutti gli altri punti del suo discorso discende da questi primi tre

  3. Con ogni evidenza il PD non è affatto un partito del 40,8%. Ripetere il mantra potrà ingannare un giovane piddino, ma non può ingannare una persona dotata di raziocinio.
    Detto questo, dibattito e dissenso dovrebbero esprimersi nei luoghi deputati. Lei ritiene debbano essere le direzioni di partito, il che mi pare coerente con la sua visione della democrazia.
    Si potrebbe però osservare che – ma anche questo sembra perfettamente in linea con il PD pensiero, per cui non la accuso assolutamente di incoerenza – il Parlamento diviene con ciò luogo pleonastico e privo di qualsivoglia rilevanza. Ciò cozza alquanto con la Costituzione, ma ciò non sembra disturbarla. Perchè una cosa è esercitare un dissenso in discussione parlamentare e in commissione, e poi dare e pretendere un voto coerente alle decisioni del gruppo, un’altra è bombardare di fiducie il Parlamento, più per zittire i dissensi del proprio partito, che quelli altrui. Quanto al vostro ruolo di argine, mi permetta di farci una risata: il dissesto idrogeologico colpisce ancora.

  4. A me sembra che le cose peggiorino di giorno in giorno per la democrazia del Paese.E mi pare anche che si debba assoluto rispetto per le scelte di Civati e in generale della minoranza PD.Notando però che solo Civati restacoerente con quel che predica.Gli altri mi sembrano il Montanelli che invitava a votare DC turandosi il naso. Il Parlamento viene puntualmente scavalcato dalla fiducia e dalle tagliole, Il Senato non si sa più che funzione abbia, dal momento che in piena corsa gli hanno decretato la fine. Ecco Scanzi è sempre molto colorito e abbastanza schierato ,lo riconosco, ma io non sono certo una grillina , ma appunto una di quelle escluse dai circoli del PD perchè la minoranza,caro signore,è rifiutata .Troviamo ascolto e discussione solo nella CGIL.Sa quaggiù non è come lassù dove comunque hanno diritto di parola e una intervista non la si nega a nessuno.Se fossi in lei però non sarei così tranquillo su quel 40%

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: