#unpodipossibile

Rispondere alla paura, alla disillusione, alla mancanza di rappresentanza, all’astensionismo dilagante, alla narrazione di un’Europa e un’Italia “senza alternative” con “un po’ di possibile“.

“Un po’ di possibile, altrimenti soffoco”

Così scriveva il celebre filosofo Gilles Deleuze, come ci ha ricordato Giuseppe Civati a Roma, nel corso della 1^Assemblea Nazionale di Possibile.

C’è “un po’ di possibile” nel Popolo che riprende coscienza di essere il vero e unico sovrano.

C’è “un po’ di possibile” in un soggetto politico nuovo che punta prima alla partecipazione e poi al consenso.

C’è “un po’ di possibile” in una comunità di persone che si “affretta lentamente” (“festina lente”), anteponendo la convinzione, la consapevolezza, la ponderazione ad una vittoria fine a se stessa.

C’è “un po’ di possibile” quando si comprende che il cambiamento passa anche dal linguaggio. Occorrono riferimenti e parole nuove per dialogare con i nati nel 2000, i prossimi elettori nelle elezioni del 2018.

C’è “un po’ di possibile” quando non ci si rinchiude in una fittizia superiorità morale e culturale, ma si cerca di rendere potabile il proprio programma, la propria esperienza, la propria conoscenza. Solo cosi saremo in grado di sovvertire l’attuale senso comune.

C’è “un po’ di possibile” in una società che rimette al centro di tutto la figura professionale del “professore”, senza lasciarlo solo nelle piazze a protestare.

C’è “un po’ di possibile” in una società che antepone l’uguaglianza al merito, adoperandosi per la rimozione degli ostacoli che non permettono ad ognuno di partire dagli stessi blocchi di partenza.

C’è “un po’ di possibile” in un’Italia che si guarda allo specchio e prende coscienza del proprio patrimonio artistico e culturale. Basta considerare la cultura semplice voce di spesa. Investire in cultura significa nutrire un popolo critico e consapevole. Anche per questo occorre al più presto limitare la progressiva scomparsa della Storia dell’Arte dalle scuole secondarie superiori.

C’è “un po’ di possibile” in una società che ripudia l’idea del “lavoro gratis”, soprattutto se culturale e artistico.

C’è “un po’ di possibile” in un nuovo soggetto politico che non ha posizioni ambigue sui matrimoni egualitari. Siamo a favore e lotteremo per questo, ovunque. Dai pranzi di famiglia alle cene di lavoro.

C’è “un po’ di possibile” in una società che comprende di avere una potentissima arma a disposizione per combattere le mafie: la legalizzazione della cannabis.

C’è “un po’ di possibile” in una politica che si sforza di conoscere le buone pratiche sparse nella penisola italiana, provando a replicarle in altri territori.

C’è “un po’ di possibile” nel raccontare in modo diverso il fenomeno dell’immigrazione, senza cadere nella facile trappola della paura del diverso, senza creare guerre tra poveri.

C’è “Un po’ di possibile” in una politica che affronta le disuguaglianze e l’individualismo imperante con il concetto di “bene comune”.

Ecco io ho bisogno di tutto questo per non soffocare. Per non farmi trascinare a fondo dalle sabbie mobili del “non ce la faremo mai”.Per questo da oggi il mio spazio web cambia nome.
Non più “Pdiverso”, nome che ormai non mi rappresenta più.

Da oggi, se vi va, potete trovarmi qui:

unpodipossibile.wordpress.com

Uno spazio per non soffocare, uno spazio dove rispondere alla disillusione raccontando e costruendo “spazi possibili”.

Il vostro spirito critico, la vostra voglia di partecipare, costruire, raccontare, troveranno porte sempre aperte.

‪#‎unpodipossibile‬ per tendere una mano a chi ha smesso di crederci.
Vi aspetto.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: