Riflessioni sparse sulle elezioni regionali francesi

Il Front National ormai da qualche tempo è il primo partito tra gli operai, tra i commercianti e gli impiegati, è forte nelle banlieues popolari e raccoglie il voto di quasi 1/3 delle libere professioni.
Marine Le Pen ha ottenuto il 42,1% nella regione Nord-Pas-de-Calais-Picardie, regione tradizionalmente “rossa”, dove è candidata alla presidenza.
 
Preferisco soffermarmi su questi dati.
Troppo superficiale legare il trionfo delle Le Pen e del FN, in questo 1^turno delle elezioni regionali, solo alla recentissima strage di Parigi.
 
Prima di diventare primo Partito in Francia, traguardo ottenuto già alle scorse elezioni europee, il FN ha preparato il terreno per anni. La Le Pen ha cercato di conquistare un’egemonia culturale, rivoluzionando dapprima il linguaggio politico. La leader del Front non parla mai di destra e sinistra. I suoi discorsi vedono sempre il “sopra” contro il “sotto”, il “popolo” contro le “elites”.
Il tutto accompagnato da una buona dose di islamofobia, antieuropeismo, populismo e voglia di far tornare la Francia egemone in Europa.
Non è una lotta solo contro Bruxelles, per capirci. E’ una lotta anche,e forse soprattuto, contro Berlino, contro l’Europa multietnica a trazione tedesca.
 
Al 1^turno il Front National è primo in 6 Regioni su 13, a livello nazionale tocca lo storico traguardo del 30%, ma il 2^turno potrebbe regalare ancora molte sorprese.
 
Sono le prime elezioni regionali dopo la riforma che ha ridotto da 22 a 13 le Regioni. Si vota con il sistema proporzionale a doppio turno, con premio di maggioranza per la lista vincente (un quarto dei seggi da attribuire). Si viene eletti al primo turno superando il 50%, altrimenti si procede al ballottaggio (domenica 13).
Per partecipare al ballottaggio bisogna aver superato la soglia del 10%.
Quindi verosimilmente potranno esserci ballottaggi tra più di 2 forze politiche e basterà anche il 40% dei consensi per ottenere la presidenza della Regione.
 
“Repubblica” oggi pubblica il primo sondaggio sui ballottaggi di domenica prossima.
Il 59% dei francesi voterebbe per le liste della destra dei repubblicani alleata con il centro UDI-MoDem se si trovasse opposta al Front National (che raccoglierebbe il 41%).
 
Per questo il segretario del partito socialista francese, Jean-Christophe Cambadélis, ha annunciato il ritiro delle liste dei socialisti, invitando a votare per i “Repubblicani” nelle Regioni dove il FN rischia di vincere (direttiva che sta creando un’enorme spaccatura in un Partito Socialista già in ginocchio).
 
Nel caso di “ballottaggi triangolari”,invece, secondo l’istituto Odoxa, il centrodestra sarebbe al 35%, la sinistra al 34% e il Fn al 31%.
 
Ma il dato non cambia. Il FN continua a crescere, anche se il secondo turno può fortemente ridimensionare il trionfo del primo.
 
Marine Le Pen ora è favorita per l’Eliseo?
No.
Anzi il trionfo di questo primo turno, paradossalmente, allontana la leader del FN dalla presidenza francese.
In un eventuale ballottaggio per la presidenza infatti, la Le Pen vincerebbe largamente solo contro Hollande. Ma verosimilmente finirà al ballottaggio con un candidato repubblicano, sfida da cui uscirebbe perdente secondo quasi tutti i sondaggi. 
 
Sembra assurdo, ma in vista delle elezioni presidenziali del 2017, il tracollo dei socialisti in Francia rappresenta una pessima notizia soprattutto per la Le Pen.
 
Insomma, si tratta di una grande lezione anche per l’Italia, soprattutto per chi vuole costruire qualcosa di nuovo a Sinistra.
Il populismo e l’estrema destra non si combattono alleandosi con la destra moderata. Si combattono sul piano culturale, provando a reinventare le modalità con cui comunicare valori che da decenni facciamo fatica a rendere potabili.  
 
 
 
 
 
 
 
 
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: